Seleziona una pagina

I nostri

Servizi Fotografici

Le foto professionali sono ideali per vendere meglio i tuoi prodotti o per immortalare gli avvenimenti più importanti. Si perché il fotografo professionista vede anche nello scenario più cupo e triste un ottimo scenario per una foto sensazionale.

La Foto Che Cerchi, Non L’ Hai Ancora Scattata.

Per un ottimo servizio fotografico non c’è bisogno solamente di attrezzatura adeguata. Bisogna avere la certezza che dietro alla macchina fotografica ci sia un occhio attento sia alle caratteristiche che si stanno raccontando che agli elementi che le circondano. Solamente in questo modo è possibile realizzare un servizio fotografico che sia realmente di qualità.

In Studio Vitas siamo esperti nel creare una comunicazione visiva che sia approfondita e accattivante. Realizziamo ritratti, still life, foto catalogo, piccoli istanti di vita quotidiana che divengono immortali, impressi per sempre dentro una fotografia.

Le Foto Più Richieste Dai Nostri Clienti

Still Life

Ha lo scopo di contribuire alla vendita dei prodotti. Essa deve rispondere quindi alle esigenze di comunicazione dei clienti, infatti le immagini vengono usate per promuovere un messaggio, per rendere visibile un prodotto o un servizio, non solo a scopo puramente estetico.
Leggi di più
Lo scatto di still life è un vero e proprio progetto, Bisogna prima pensarlo, vederlo nella propria immaginazione e poi passare alla realizzazione. Spesso, è utile disegnare uno schizzo anche approssimativo dell’immagine, per capire l’inquadratura, il contrasto luminoso, la giusta ambientazione.

Questi sono i tre principi del nostro metodo di produzione di una fotografia:

  • il movente: ovvero il perché bisogna scattare quella foto. Quale immagine si desidera realizzare, si deve stabilire qual è il risultato voluto, quali sono le caratteristiche della fotografia. Infatti il più grave peccato che si può commettere è non sapere cosa si vuole ottenere, che messaggio si desidera comunicare;
  • la tecnica: si deve da subito sapere in quale modo si vuole, o si può, realizzare lo scatto. L’operazione più importante è la scelta dell’illuminazione del soggetto e del set fotografico;
  • il corredo: ovvero quale attrezzatura si può, o si vuole, utilizzare per effettuare lo scatto.

Naturalmente i tre fattori sono interconnessi, l’uno condiziona l’altro, è naturale progettare un tipo d’immagine che poi  verrà realizzata con le conoscenze tecniche e con le attrezzature disponibili.

Il Matrimonio

La fotografia di matrimonio è una delle professioni più complesse e articolate. Si passa dal ritratto alla foto still life, passando per il fashion, la street, tutto condito in “salsa” reportage
Leggi di più
Sbagliare non è permesso.
Si tratta di raccontare una giornata che non si ripeterà e ogni momento nasconde una sorpresa.

Lavorare a un matrimonio significa fare i conti con le emozioni, quelle degli sposi in primo luogo, ma anche quelle degli invitati, degli amici più stretti, dei parenti.

Attimi di commozione, momenti di allegria, sono tutti aspetti che devono essere colti nelle espressioni dei protagonisti e proprio questo è il compito del fotografo. Ecco perché è importante concentrarsi e non sbagliare.

Nelle foto di matrimonio non è tanto rilevante il numero di scatti che farai, quanto la modalità con cui ti approcci alla realizzazione del servizio.

Nell’album delle nozze, gli sposi intendono ritrovare tutte quelle sensazioni che hanno provato il giorno del matrimonio e per immortalare tutti questi attimi preziosi bisogna saper essere invisibile, confondersi tra la folla e lasciare che ognuno si esprima con naturalezza, senza essere condizionati.

L’aver colto un sorriso o una lacrima di commozione, uno scherzo tra gli invitati, lo sguardo sbalordito di un bambino che guarda la sposa, può rappresentare quel qualcosa in più che può fare la differenza nella composizione dell’album e che lascerà a bocca aperta chi si troverà a guardare quelle fotografie.

Ritratti

Il ritratto fotografico ha come soggetto preponderante della foto il viso di una persona, ed è senz’altro uno dei generi più praticati dai fotografi. Tutti amano scattare e guardare foto di persone.
Leggi di più
Ci sono essenzialmente quattro approcci che possono essere adottati nella ritrattistica fotografica: il costruzionista, l’ambientale, lo schietto, e l’approccio creativo. Ognuno di essi è stato utilizzato nel corso del tempo per ragioni diverse come tecnica, artistica o culturale.

L’approccio costruzionista è quando il fotografo costruisce un’idea intorno al ritratto: un famiglia felice, una coppia romantica, un dirigente affidabile. È l’approccio utilizzato principalmente in studio e relativa alla fotografia sociale. E’anche ampiamente utilizzata in pubblicità e nel marketing quando è necessario diffondere una particolare idea o concetto.

L’approccio ambientale descrive il soggetto nel suo ambiente: quello di lavoro, nel tempo libero, familiare. Il soggetto è spesso fotografato mentre è intento a fare qualcosa: un insegnante in una classe, un artista in uno studio, un bambino in un parco giochi. Con l’approccio ambientale si da molta importanza al contesto piuttosto che al soggetto.

L’approccio schietto è quello con cui le persone vengono fotografate a loro insaputa mentre svolgono il loro lavoro quotidiano. La fotografia schietta è meno invasiva ed è stata in grado in regalare immagini importanti di persone in diverse situazioni e luoghi.

L’approccio creativo è dove la manipolazione digitale (in passato manipolazione in camera oscura) è esasperata, permettendo al fotografo di produrre splendide immagini dei soggetti fotografati. L’approccio creativo sta diventando una forma sempre più importante di ritrattistica, complice il diffondersi a macchia d’olio dei programmi di fotoritocco

Eventi

Una raccolta di fondi per una scuola elementare, una vendita di dolci organizzata da una comunità locale, una riunione di famiglia, un incontro di fotografi. Non importa come sono vestite le persone o se sono presenti dei personaggi famosi; potere lavorare con la macchina fotografica su un gruppo di persone riunite insieme rappresenta una grande opportunità ed un ottimo punto di osservazione, sia fotografico che umano.
Leggi di più
Molta gente, appena sente il termine “fotografia di eventi”, pensa subito ad eleganti occasioni mondane come premiazioni, eventi aziendali, matrimoni, feste da ballo. Ma in realtà – almeno per quanto riguarda un fotografo – se c’è un ritrovo di persone che fanno qualcosa, anche solo parlare liberamente, si tratta comunque di un evento.

Tutto può succedere quando le persone si muovono liberamente. Un evento non da il lusso di potere esercitare il controllo sui soggetti, come in uno studio fotografico.  Data la natura spontanea dell’ambiente, le esposizioni multiple saranno una grande risorsa; scattare una foto di qualcuno che sbadiglia o che si sta per addormentare non è quello che serve. Durante qualsiasi evento si assisterà ad una sorprendente varietà di comportamenti umani. Bisogna osservare da vicino le persone.

Cogliere le sottigliezze, concentrarsi sui dettagli e ricavare delle storie. Raccontando una storia attraverso le immagini, si possono trasmettere il significato di un evento senza doverlo esprimere esplicitamente. È interessante osservare foto di persone di una determinata età, vestite in un certo modo e capire a che tipo di evento stanno partecipando. Una riunione di famiglia fotografata nel modo giusto, prestando attenzione al contesto e ai dettagli, è facilmente riconoscibile da tutti.

Commerciale

La fotografia commerciale è un genere fotografico dove non solo è importante la parte artistica, ma sopratutto la capacità di spingere un potenziale acquirente ad acquistare un determinato prodotto o servizio enfatizzandone le caratteristiche.
Leggi di più
La caratteristica principale di una fotografia commerciale è che comunichi quindi correttamente un messaggio. Questo è il motivo per il quale un’immagine pubblicitaria non si improvvisa ed il più delle volte non nasce solamente dal fotografo, ma da un team di esperti di comunicazione: a monte dell’immagine c’è infatti una “procedura” che vede coinvolti account, esperti di marketing, art director, copy,… Generalmente le campagne pubblicitarie partono da mood-board e bozzetti, in cui ci si confronta tra committente e team di progetto per immaginare qual’è la soluzione migliore per la propria campagna pubblicitaria.

Oggetti, cibo o altri elementi che si trovano nella fotografia pubblicitaria vengono composti e rielaborati e rafforzati con la grafica per diventare ancora più accattivanti ed essere così catturati dall’occhio umano.

La post-produzione, insieme alla grafica, gioca un ruolo ancora più importante in questo campo, poiché l’immagine non dev’essere solo bella a livello estetico, ma anche trasmettere un messaggio chiave molto forte a chi la guarda e ad invogliarlo ad acquistare un prodotto, a recarsi ad un’inaugurazione o ad andare in una determinata location. Oltre che in questi ambiti, la fotografia pubblicitaria viene usata dai negozi e la si può trovare anche nei libri di ricette, anche se con uno scopo differente, ovvero spingere chi ha acquistato il ricettario a provare un certo tipo di preparazione dolce o salata.

Questo significa che quando si parla di fotografia pubblicitaria, non ci si limita alla produzione dell’immagine di un oggetto che un’azienda produce; il fotografo pubblicitario, in effetti, non è solo colui che rappresenta la realtà di un oggetto con la sua attrezzatura fotografica. Non si tratta semplicemente di mettere un prodotto dinanzi all’obiettivo e farne una copia fedele, si tratta piuttosto, di realizzare una comunicazione di un messaggio.

cominciamo!

Sei Pronto A Rinnovare La Tua Immagine? Costruiamo Qualcosa Insieme!

Pin It on Pinterest